sp itaLa storia delle Suore Oblate Agostiniane dette "Suore di S. Pasquale” è legata alla fondazione e all'esistenza dell'Opera pia Michelini in S. Pasquale di Trastevere (Roma). Quest' Opera fu fondata dal Sacerdote del clero romano Don Gioachino Michelini, verso l'anno 1815, con lo scopo principale di preparare donne e fanciulle povere di Trastevere, alla Prima Comunione, insegnando loro il catechismo e impartendo una formazione umana e religiosa. L'Opera venne approvata dal Cardinal Vicario Zurla il 4 giugno del 1825.

L’Istituto delle Suore, cui fu assegnato il compito di provvedere a questa preparazione spirituale delle ragazze, fu approvato con rescritto del Cardinal Vicario Patrizi, il 13 settembre 1856, nel tipo più semplice di Oblate. La prima Oblazione delle Suore venne celebrata il 20 novembre dello stesso anno.
Le Oblate, essendosi poste, per la professione della vita religiosa, sotto la celeste particolare protezione di S. Agostino, si chiamano Oblate Agostiniane.
Le Regole delle Suore furono riviste e confermate il 9 marzo 1908 dal Cardinal Vicario Pietro Respighi; in seguito ebbero diverse modifiche fatte dal Superiore dell’Opera e dalla Deputazione Amministrativa.

Il 13 marzo 1941 la Superiora Madre Aurelia De Nuntiis fece domanda di aggregazione all'Ordine degli Agostiniani Scalzi. Il priore Generale del tempo, P. Ignazio Randazzo di S. Luigi, accolse la richiesta e le aggregò all'Ordine degli Agostiniani Scalzi con decreto del 19 marzo 1941, riconoscendole come Terziarie regolari, ferma restando la natura di Congregazione religiosa di diritto diocesano della Diocesi di Roma, a norma del can. 492 § 2 del Codice Benedettino.

A seguito della cessazione dell’attività di esercizi spirituali nella casa di Trastevere, la Comunità delle Suore Oblate, il 26 gennaio 1998, fu trasferita dal Vicariato di Roma in una nuova casa sita in Via Panispema, 90. Essa, dedicata alla Madonna della Fiducia, venne inaugurata il 22 marzo 1998 dal Superiore Deputato dal Vicariato, Mons. Ugo Borlenghi, che presiedette la celebrazione della S. Messa nell'Oratorio delle Suore.

La nuova situazione delle Suore e i nuovi sviluppi vocazionali hanno reso necessaria la revisione delle Regole in conformità delle norme del Concilio Vaticano II e del Codice di Diritto Canonico vigente.

La loro nuova denominazione è: Suore Oblate Agostiniane della Madonna della Fiducia.